Usa, immigrazione: abrogato il piano 'Dreamers' voluto da Obama

Usa, immigrazione: abrogato il piano 'Dreamers' voluto da Obama

Roma - Il ministro americano della Giustizia, Jeff Sessions, ha annunciato che il programma di amnistia per i "Dreamers" (noto come Daca), "viene abrogato" dalla amministrazione Trump. Si tratta, ha spiegato, di un provvedimento 'incostituzionale'. Era stato voluto dal predecessore Barack Obama nel 2012 e pensato per proteggere i diritti degli immigrati che vivono e lavorano negli Stati Uniti e che erano stati portati illegalmente nel Paese quando erano bambini.

I DREAMERS - Saranno circa 800mila le persone che potranno subire ritorsioni dopo questa decisione, i cosiddetti "Dreamers" (i sognatori). A dirlo è il ministro della Giustizia Jeff Sessions.

Donald Trump, come aveva promesso ai suoi elettori, ha messo fine al programma di protezione Daca (Deferred action for childhood arrivals) per gli 800 mila figli di migranti irregolari cresciuti negli Usa. Fino al mese di marzo però non potranno essere toccati, perché il Congresso ha sei mesi di tempo per legiferare in materia.