Truffe alle assicurazioni, 7 arresti Falsi incidenti per ottenere profitti

Truffe alle assicurazioni, 7 arresti Falsi incidenti per ottenere profitti

Sette persone sono finite in manette a Catania: sono accusate di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni di compagnie assicuratrici e corruzione in atti giudiziari. Sono queste le accuse con le quali la polizia di etnea ha proceduto all'esecuzione di un'ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di 7 persone. Le indagini sono state avviate a seguito di aggressioni a medici in servizio al pronto soccorso dell'Ospedale Vittorio Emanuele.

Secondo gli inquirenti, infatti, gli indagati non solo avrebbero denunciato falsi incidenti stradali, ma si sarebbero anche dati da fare fornendo elementi di prova fasulli per intascare i rimborsi, inclusi referti medici. Da lì è emersa un'organizzazione che speculava sugli incidenti stradali. Gli indagati individuavano i pazienti con lesioni astrattamente compatibili con un incidente stradale che venivano quindi accompagnati direttamente durante la loro visita in Pronto Soccorso ed "invitati" ad indicare un generico incidente stradale come causa delle lesioni stesse.

Scoperto un gruppo criminale che ha truffato le società assicurative simulando incidenti stradali. Il titolare dell'agenzia si occupava di istruire pratiche relative ai finti incidenti, creare l'apparenza delle conseguenze materiali dei simulati sinistri e curare i rapporti con gli altri associati e con i clienti coinvolti nei falsi sinistri. Il danno stimato è stato stimato in 1 milione di euro circa.