Toys R' Us, fine di un'era. Il colosso dei giocattoli in bancarotta

Toys R' Us, fine di un'era. Il colosso dei giocattoli in bancarotta

Toys 'R' Us potrebbe non festeggiare il Natale quest'anno. Il colosso dei giocattoli americano non regge il boom delle vendite on line e deposita la documentazione per il Chapter 11, la bancarotta assistita.

La catena di negozi di giocattoli Toys "R" Us ha chiesto l'apertura della procedura di bancarotta.

Nei primi quattro mesi dell'anno Toys R Us ha visto le perdite salire a 164 milioni di dollari, dai -126 milioni dello stesso periodo del 2016, e i ricavi scendere del 4,7% a 2,21 miliardi di dollari per la concorrenza dei negozi online come Amazon.

Il gruppo "si appresta a ristrutturare il debito esistente e a creare una struttura di capitale sana, per poter investire nella sua crescita a lungo termine e concretizzare la sua aspirazione di portare giochi ai bambini di tutto il mondo". Intanto le agenzie di rating hanno tagliato la valutazione della società: Standard & Poor's e Fitch hanno rivisto al ribasso il rating della società, che ha già dichiarato di aver ricevuto un impegno per 3 miliardi di dollari in finanziamento.