Serie A, poker della Juventus al Torino: polemiche per l'espulsione di Baselli

Serie A, poker della Juventus al Torino: polemiche per l'espulsione di Baselli

Si affronteranno la Juventus di Massimiliano Allegri e il Torino di Sinisa Mihajlovic. Un derby molto sentito a Sarajevo, ma che non ho mai visto dal vivo. Una storia che nasce da lontano: sono cresciuto in Lussemburgo, ma i miei famigliari lo seguivano e a me ispirava. Come si dice, una sana rivalità. La punizione perfetta? Tecnica, e un po' di furbizia, perché devi giocare con il portiere. "Ad esempio con la Fiorentina ce n'era una bellissima, ma ero in panchina quindi l'ha tirata Paulo". Se hai vinto l'anno prima, sei di diritto la favorita per vincere il campionato, ma quest'anno è molto aperto: "del resto ci aspettano tutti, da anni ormai". È la regola. In allenamento? E allora devi saper cambiare: sotto la barriera, sopra, sul lato del portiere - ha detto, aggiungendo - La sfida con Dybala?

Su Belotti e Ljajic, avversari nel derby, Pjanic ha dichiarato: "Adem è un amico, ci vediamo spesso, e gli voglio veramente bene, spero faccia una grande stagione. Li valeva Cristiano Ronaldo, ma qui parliamo di un giocatore che segna costantemente due - tre gol a partita, e che ora vale quasi il doppio di questa cifra, al suo livello c'è solo Leo Messi, con queste cifre il mercato è decollato, però paragonare un giovane a questi due assi, è affrettato". Se ce ne fosse di bisogno, ci pensa Miralem Pjanic a gettare benzina sul fuoco del derby della Mole. Belotti sta facendo un buon campionato, ma cento milioni sono tantissimi. "E poi questi periodi capitano a tutti gli attaccanti, ma noi lo aiuteremo, e lui si sbloccherà".