Rizzoli: "Il VAR serve ad eliminare errori determinanti sul risultato"

Rizzoli:

Com'è successo a San Siro dove per assegnare il rigore all'Inter ci sono voluti quasi 5 minuti, poi spiegati dal responsabile Rizzoli. E' chiaro che sei minuti sono troppi, e quindi non un obiettivo soddisfacente. Per la valutazione in sé l'errore resta anche se poi viene corretto dal Var. Se è vero che gli arbitri ultimamente hanno fatto meno ricorso alla tecnologia? Sicuramente ha inciso la tecnologia non a supporto del fattore umano. Si è verificato il problema della connessione con l'arbitro in campo.

Nicola Rizzoli, designatore arbitrale della Serie A, era presente ieri sera negli studi della Domenica Sportiva, trasmissione in onda su Rai 2.

E guai a parlare di arbitri che non si assumono la responsabilita' di vedere personalmente il Var: "Se l'arbitro fa questo mestiere, e a questi livelli, significa che sa assumersi le proprie responsabilita'". C'e' un protocollo rigido dell'Ifab per tutelare lo spettacolo perché non si può andare a verificare tutte le situazioni: il primo obiettivo è mantenere fluidità del calcio. Ma perché, è stato chiesto a Rizzoli, alcuni arbitri vanno a osservare il monitor e altri no?

Cosa è accaduto a San Siro.

.