Rai, su Vespa e Gabanelli Orfeo trova accordo

Rai, su Vespa e Gabanelli Orfeo trova accordo

È stato il Direttore generale della Rai, Mario Orfeo, a comunicarlo al consiglio d'amministrazione di Viale Mazzini. In particolare l'Autorità Nazionale Anticorruzione ha inviato a fine agosto una lettera alla presidente della Rai Monica Maggioni, comunicando l'apertura dell'istruttoria e chiedendo contestualmente una serie di documenti che riguardano fra le altre cose il contratto con il conduttore savonese, i relativi corrispettivi economici, le variazioni rispetto al precedente contratto, la valutazione del ritorno economico, le spese di produzione in capo a Rai, le specifiche del contratto con Officina (società Fazio-Magnolia che produrrà 'Che tempo che fa' su Rai1). È la richiesta che il cda della Rai ha rivolto formalmente al dg Orfeo che l'ha fatta sua. Ora toccherà a lui portare avanti i colloqui con la storica conduttrice di Report, assunta in Rai nel gennaio scorso dall'ex dg Campo Dall'Orto come vicedirettore per l'offerta informativa del digital, in previsione della nascita del portale web Rai24 non approvato dal cda del maggio scorso insieme con il piano complessivo di riforma delle news. Lo stralcio - si apprende ancora - è stato ritenuto impossibile per le regole imposte dalla concessione governativa che obbliga la Rai a una razionalizzazione delle direzioni di testata. Per l'anno 2018 le risorse da stanziare per la Rai, continua Morando, sono "calcolate in riferimento ai dati di entrata del canone stimati dal dipartimento delle Finanze in 1,881 miliardi", con un canone di 90 euro.

"Il parere dell'avvocatura pur non essendo caratterizzato da perentoria certezza conclude affermando che se di prestazione artistiche si tratta non si applicano tetti - ha osservato - il tema è chi stabilisce se c'è o no prestazione artistica?" Il contratto non sarà più triennale, ma biennale. E' dunque necessario "che la capacità della contabilità separata di dare conto analiticamente della distinzione sia ulteriormente migliorata". "Bisogna stare in equilibrio tra queste due esigenze".