Palagonia, uccide pensionato e si costituisce: "Non lo so perché l'ho fatto…"

Ai militari ha detto: 'non lo so perche' l'ho fatto...'. A commettere il delitto, a Palagonia nel Catanese, un 60enne con problemi economici. Inutile l'arrivo sul posto di un elicottero del 118: per l'anziano, raggiunto da almeno tre coltellate, non c'è stato nulla da fare. A cadere sotto i fendenti dell'assassino un pensionato di 81 anni, Raffaele Mandrà.

All'interrogatorio era presente il sostituto procuratore Vincenzo Calvagno D'Achille che col procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera hanno disposto il fermo eseguito dai carabinieri. La vittima e l'omicida si conoscevano di vista e non avevano mai avuto contrasti. Lui stesso non ha saputo fornire una motivazione plausibile. Rossitto è stato arrestato e su disposizione della Procura condotto in carcere. E' preoccupato per una recrudescenza criminale senza precedenti il sindaco di Palagonia Salvatore Astuti, che mesi fa aveva lanciato un appello per accendere i riflettori sull'emergenza sicurezza a Palagonia, chiedendo 'leggi speciali'. "Palagonia in questo momento ha bisogno di attenzione, come un figlio che in particolari momenti necessita di particolare osservazione".