Nord Corea: Putin, non riconosceremo status nucleare

Nord Corea: Putin, non riconosceremo status nucleare

Lo ha detto la ministra francese della Difesa, Florence Parly, nel corso di un intervento dinanzi ai militari a Tolone.

Putin, nella fattispecie, ha affermato che "l'intelligenza artificiale è il futuro, non solo per la Russia, ma per tutta l'umanità".

"L'Europa rischia di essere entro i limiti di azione dei missili di Kim Jong-un, prima del previsto".

La Nord Corea sposta un missile intercontinentale Intanto, secondo fonti di stampa sudcoreane, Pyongyang starebbe trasportando verso la costa occidentale un razzo che sembrerebbe essere un missile balistico intercontinentale (Icbm) cioè a lungo raggio.

I partecipanti alla lezione hanno inoltre guardato video su progetti innovativi su vasta scala, tra cui lo sviluppo di una nuova generazione di rompighiaccio nucleari e di un centro di lancio spaziale di classe pesante. In un'audizione parlamentare, l'agenzia ha chiarito che l'analisi su due dei quattro tunnel del sito atomico di Punggye-ri mostrano "che una detonazione è sempre possibile". I cinesi anzi attaccano l'idea di Trump di interrompere gli scambi commerciali con tutti i paesi che hanno rapporti con la Nord Corea, la Cina in primis ovviamente che definisce "inaccettabile" l'idea di Trump.

Nuove sanzioni contro la Corea del Nord sarebbero "inutili ed inefficaci", e visto che Pyongyang "ha armi atomiche, un conflitto potrebbe portare a una catastrofe globale".

Nel corso della riunione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu dopo il sesto test nucleare effettuato da Pyongyang, l'ambasciatrice degli Stati Uniti, Nikki Haley, ha dichiarato: "Quando è troppo è troppo". "Come ho detto ieri ai miei colleghi - ha proseguito - mangeranno erba ma non fermeranno il loro programma finché non si sentiranno sicuri".

Anche la Cina ha nuovamente espresso oggi il suo no all'opzione militare in Corea del Nord. "Putin auspica che la comunità internazionale non si faccia prendere dalle emozioni e agisca con calma e lucidità, allo stesso tempo ha sottolineato che la risoluzione al problema nucleare e alle altre questioni nella penisola coreana può essere raggiunta solo attraverso mezzi politici e diplomatici", ha evideziato il portavoce del Cremlino.