Nodo Fincantieri-Stx, verso l'accordo tra Italia e Francia

Nodo Fincantieri-Stx, verso l'accordo tra Italia e Francia

Un intento che, durante l'estate, era stato messo a dura prova dopo che - come ha riportato oggi il quotidiano Le Monde "le iniziative diplomatiche di Emmanuel Macron sulla Libia e il rifiuto di aprire i porti francesi alle navi che salvarono i migranti dalla costa dell'Africa avevano gia' causato l'irritazione del governo italiano" e "la nazionalizzazione temporanea dei cantieri navali di Saint-Nazaire" aveva provocato "una vera tempesta in Italia". Lunedì a Roma i due ministri dell'Economia di Francia e Italia, rispettivamente Bruno Le Maire e Pier Carlo Padoan insieme al ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, si sono incontrati per preparare la proposta da portate ai propri capi di Stato, i quali si incontreranno nel vertice bilaterale del 27 settembre.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il nostro obiettivo comune: "un accordo tra la Francia e l'Italia per il vertice del 27 settembre a Lione". L'Italia, dal canto suo, definisce questa posizione "incomprensibile" e da allora si cerca un nuovo accordo.

Tutti e tre i protagonisti si sono espressi via Tweet subito dopo l'incontro. Distesi e ottimisti i due ministri i quali twittano la stessa foto, mostrante una "riunione costruttiva" (Le Maire) per "un'intesa italo-francese in vista del vertice del 27/9" (Padoan).