MotoGP, Valentino Rossi in pista ad Aragon: ottenuta l'idoneità

MotoGP, Valentino Rossi in pista ad Aragon: ottenuta l'idoneità

Cercate di azzeccare la Top 5 della gara MotoGP e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno!

Riparte da Aragon la sfida tra Andrea Dovizioso, Marc Marquez e Maverick Vinales per la corsa al titolo 2017 del Mondiale MotoGp. Infatti il pilota della Yahama, è stato giudicato dai medici "fit", ovvero abile a guidare nelle prove libere di venerdì del Gran Premio d'Aragòn di Moto Gp. Nell'edizione dell'anno scorso Andrea ha lottato con il gruppo di testa per i primi giri, ma ha dovuto poi rallentare il suo ritmo ed ha terminato il GP all'undicesimo posto. Le terze libere sono in programma per domattina, con le qualifiche che si dovrebbero correre in condizioni di asciutto.

"Domani capirò se è possibile guidare la moto a un buon livello, E poi questa gara conta nell'ottica di migliorare in vista delle prossime, vediamo cosa accadrà alla gamba".

Augurando al centauro di non aver affrettato troppo i tempi, Rossi ritorna che è ancora 4° in classifica, a -42 dalla coppia leader del mondiale Marquez & Dovizioso e con appena 7 punti di vantaggio su Pedrosa. Valentino Rossi domani parteciperà alla sessione della FP1. Per questa ragione sarà molto importante crederci e dare il massimo. Deciderà entro la fine di mercoledì 20 settembre - conclude la Yamaha - se tentare di partecipare al Gran Premio di Aragón di questo fine settimanà'. Undici tornate in più per capire, perché il test di lunedì non è stato esauriente essendo Rossi un grande perfezionista. "Dopo i primi 10 giorni ho iniziato a migliorare molto e quindi ho pensato che avrei potuto esserci ad Aragon". A ventidue giorni dall'incidente nel quale ha riportato la frattura di tibia e peroneil nove volte campione del mondo è pronto a tornare in azione: tuttavia prima dovrà ricevere l'idoneità a correre dal responsabile medico del circuito, al quale spetta l'ulima parola.

In casa Yamaha e in casa Rossi si dicono ottimisti, Valentino è sempre stato un lottatore e non si è mai arreso davanti alle avversità, la sua condizione fisica, ovviamente, non è ottimale, ma la speranza è oramai accesa, non resta che aspettare la decisione della commissione del MotoGP.