MotoGP | Marquez: "La presenza di Rossi non cambia nulla"

MotoGP | Marquez:

"Non sono stato in grado di guidare una MotoGP prima che il Gran Premio cominci, così se Valentino finisce per ritirarsi dal GP di Aragón, dovrò entrare nella prossima sessione quando la lotta sarà serrata e provare a fare il mio meglio" ha dichiarato con preoccupazione e ansia da prestazione dopo l'ok del medico Dorna a Rossi. Dopo un buon inizio sul bagnato, Valentino Rossi ha palesato delle difficoltà, chiudendo col 20mo tempo poco dietro Vinales, mai competitivo e 17mo a fine sessione. Domani il meteo prevede pioggia, ma sabato e domenica non dovrebbero esserci sorprese con pista asciutta e caldo torrido come spesso accade al Motorland di Alcaniz ad Aragon.

Il 31 agosto si era fratturato tibia e fibula della gamba destra mentre si stava allenando facendo enduro, subito operato, a chi diceva "stagione finita" e "mondiale addio", il Dottore ha risposto saltando un solo gp (quello di casa, a San Marino), facendo sbagliare la previsione di uno stop di 2 gp e rientro probabile in Giappone fatta dal sottoscritto al momento del suo incidente. L'ultima parola, infatti, spetta al medico responsabile del circuito. Da qui la decisione odierna di gareggiare. Oggi Valentino ha completato con successo pochi giri di pista sul circuito di Misano su una moto Yzf-R1M prima che arrivasse la pioggia a interrompere le prove. Ieri ho compiuto 20 giri e ho trovato le risposte che cercavo. Il risultato è stato positivo. Chiaramente ho avvertito un po' di dolore, ma questa mattina mi sono recato dal Dottor Pascarella per un check-up ed i responsi sono stati positivi. Alla fine ho deciso di partire per Aragon e cercherò di guidare la mia M1 nel fine settimana. Tra i primi 10 anche Aleix e Pol Espargaro. 40 punti sono tanti da recupare, ma mancano 5 gare e c'è anche il campionato a squadre.

The Doctor is in the house!