Milan, Suso: "Voi italiani siete troppo fissati con il fantacalcio"

Milan, Suso:

Il Milan non ha preso in considerazione nessuna offerta, questo era anche il mio desiderio visto che sto benissimo in rossonero e mi piace moltissimo Montella. Ogni volta che mi arrivava una proposta, andavo dalla società e dicevo: 'Mi vuole il Napoli'. E loro: "Tu resti qui". E io: "ottimo, è quello che desidero pure io". Presto, molto presto lo spagnolo firmerà il rinnovo del contratto in scadenza nel 2019: "Se ti chiamano Real e Barcellona fai molta fatica a dire di no. Scherzo". Io seconda punta nel 3-5-2? "Sono abituato alla filosofia spagnola - ha affermato il numero otto milanista -. Da noi siamo più elastici, invece qui o fai l'esterno o la seconda punta".

Dove può arrivare il Milan: "In Champions League!". Se sei a casa e in tv c'è la Juventus o qualsiasi altra squadra tu cosa guardi? "Io il Napoli", messaggio chiaro quello di Suso.

Magari, con Sarri, potresti subire la metamorfosi di Mertens. Certe cose non le prevedi mica.

Il tuo ricordo di calciatore non ancora famoso. Due mesi dopo, le riferii che mi aveva preso il Liverpool...

"A 14 anni chiesi alla professoressa di spostarmi un esame perché avevo una partita. Fu una rivincita per me". "Provai un bel senso di rivincita". Ma se c'è una cosa di voi italiani che non capisco è la fissazione per il fantacalcio. Non vi importa se una squadra vinca o perda: vi importa che io segni. Non lo fate nemmeno per soldi. "Siete un po' strani, eh".