Migranti, Gentiloni: tutti i Paesi rispettino decisioni Corte Ue

Migranti, Gentiloni: tutti i Paesi rispettino decisioni Corte Ue

Il premier ha sottolineato che "la decisione della Corte è importante per due principi: per il metodo perché le decisioni assunte vanno rispettate, nel merito perché il principio di solidarietà che era alla base della decisione della relocation è stato confermato". La base tuttavia deve essere che quando l'Ue prende decisioni devono essere rispettate. Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nella conferenza stampa congiunta con il primo ministro sloveno Miro Cerar, presso Villa Podroznik a Lubiana.

"Devo dire che l'Italia ha portato avanti negli ultimi mesi alcuni degli obiettivi che avevamo illustrato e condiviso a Malta a febbraio". Non c'è dubbio che la questione occupa e preoccupa a livello europeo, l'Italia è un Paese vicino della Slovenia, amico della Croazia. "Sono risultati positivi sempre più da consolidare e sempre più da europeizzare", ha aggiunto.