Medico picchiato dal paziente perché non gli rilascia un certificato falso

Medico picchiato dal paziente perché non gli rilascia un certificato falso

Medico aggredito per essersi rifiutato di firmare un certificato medico, è successo a Ferrandina in provincia di Matera.

Alla base del gesto il rifiuto da parte del medico di rilasciare un certificato medico necessario per il rinnovo della patente: Trentadue aveva infatti riscontrato alcune patologie che avrebbero precluso l'assegnazione della licenza di guida.

Risultati immagini per Leonardo Trentadue medico
Matera, medico aggredito nel suo studio perché non voleva rilasciare un certificato falso

La Federazione dei medici di medicina generale ha espresso solidarietà nei confronti del dottore Trentadue, dichiarandosi indignata per l'increscioso episodio avvenuto ad un libero professionista che adempiva correttamente al suo lavoro. Secondo quanto ricostruito dai militari della compagnia di Pisticci (Matera) - che hanno ascoltato medico e paziente - il professionista è stato aggredito prima verbalmente e poi fisicamente dall'uomo: gli ha cagionato lesioni, tra cui la frattura di un femore, giudicate guaribili in oltre 40 giorni. Il dottore, al momento, è ricoverato nell'ospedale del capoluogo lucano con una prognosi di quaranta giorni. Su di lui pendono le accuse di lesioni gravissime e resistenza a pubblico ufficiale. Difeso quanto fatto dalla vittima: "La certificazione corretta di quanto direttamente constatato o a conoscenza del medico è un atto che, oltre a costituire un obbligo deontologico, si pone anche a tutela della sicurezza di tutti i cittadini". "Crediamo - dice il segretario provinciale Campanaro - che tale episodio sia sintomatico della scarsa considerazione e rispetto verso la professione medica ormai schiacciata tra burocrazia e malcostume".