Lipari, aliscafo finisce contro gli scogli Sette feriti, uno trasferito in elisoccorso

Lipari, aliscafo finisce contro gli scogli Sette feriti, uno trasferito in elisoccorso

Non ci sono vittime, ma feriti A dieci ore dall'incidente dell'aliscafo della Liberty Lines, in navigazione da Lipari a Salina, si fa la conta dei danni. Il caso più grave è quello di un passeggero che ha sbattuto la testa nell'impatto, ha riportato un trauma cranico importante ed è stato trasportato all'ospedale di Messina.

La Guardia costiera di Lipari interveniva immediatamente con l'invio in zona dei propri mezzi specializzati nel soccorso (CP 818 e GC A05) e di ulteriori unità disponibili in zona. Un altro passeggero ha invece riportato un trauma addominale e un terzo la frattura di un piede. Tra di loro anche una donna incinta. Non è la prima volta che natanti hanno rischiato di andare a sbattere.

Testimonianze delle persone che si trovavano a bordo parlano di come l'aliscafo stesse per completare la manovra di planaggio e che poco dopo è come se si fosse verificato un blocco nella corsa, dovuto agli scogli che hanno di fatto arrestato la corsa dell'aliscafo.

Aperte tre inchieste. Una da parte dell'Autorità Giudiziaria che dovrà stabilire le cause dell'incidente verificatosi ieri sera ed individuare eventuali responsabilità. Molti di essi, assistiti da diversi volontari in porto, hanno ugualmente raggiunto Santa Marina e Rinella con l'aliscafo Natalie messo appositamente a disposizione dalla società.

La buona notizia è che le casse del carburante dell'aliscafo sono risultate integre e non è stato rilevato alcuno sversamento di sostanze inquinanti in mare.