Laura Boldrini denunciata per "attentato alla Costituzione" dopo il post sulla sovranità

Laura Boldrini denunciata per

Frasi che, come viene spiegato nella denuncia e da Il Tempo, costituiscono il reato di "istigazione a delinquere".

Stavolta, invece, sarà lei a doversi difendere e, per ironia della sorte, visto che le battaglie al femminile sono un'altra costante della signora Laura, davanti ad una giudice donna. Chi ha presentato l'esposto, un imprenditore cassinate, Niki Dragonetti, ha evidenziato quanto fosse stato inopportuno un messaggio postato sul suo profilo twitter dalla Boldrini, in cui si invitava il popolo a cedere simbolicamente le quote di quella sovranità tanto cara agli italiani e punto cardine dell'articolo 1 della nostra Costituzione."Europa, resistenza a cedere quote sovranità. Ma traguardo va raggiunto o prevarranno disgregazione e populismo".

Niki Dragonetti, proseguendo nell' esposizione dei fatti, puntualizza che "laddove la cessione della sovranità avviene oltre i limiti del dettato Costituzionale, anche se in assenza di violenza, ricorre la piena punibilità dell' ex articolo 243 del codice penale: atto ostile". Un attentato alla Carta.

Il Presidente della Camera Laura Boldrini denunciata per "attentato alla Costituzione". Così come chiaro, nella sua ostilità alla Costituzione, è quel tweet lanciato dalla Boldrini.