La terra trema ancora in Messico, sisma di magnitudo 6,2

La terra trema ancora in Messico, sisma di magnitudo 6,2

Sono almeno 70 le persone estratte vive dalle macerie dopo il violento sisma di magnitudo 7,1 della scala Richter che ha investito lo scorso martedì il Messico. Frida è ormai una veterana nella gestione di eventi critici, ha già preso parte a molte operazioni di soccorso nelle più tragiche sciagure naturali, ad Haiti, in Honduras ed in Ecuador. Si attendono ulteriori informazioni. L'epicentro è stato localizzato a 40 chilometri di profondità tra gli Stati di Oaxaca e Chiapas, nel Sud del Paese, 700 chilometri a sud di Città del Messico.

La capitale conta i morti, mentre i soccorsi cercano disperatamente di salvare chi è rimasto sotto le macerie.

Il Messico ancora sconvolto da un sisma che sembra non voler cessare. Al momento non si registrano nuovi danni per la scossa odierna, anche nello stato di Oaxaca.

Otto di loro sono morti insieme ad una maestra del collegio dal quale, riferiscono i media locali, una piccola di sei anni ancora intrappolata è riuscita a entrare in contatto via Whatsapp con i soccorritori. Sono 20 i bambini e due gli adulti morti nel crollo della scuola a Città del Messico per il terremoto di ieri. Il 23 settembre, a cinque giorni dal terremoto che ha colpito la Capitale messicana, un nuovo evento sismico ha investito lo Stato dell'America centrale.

Alla prima scossa sono seguite altre due di minore intensità: una di 5.2 e una terza di 5.0.