La nuova Nissan Leaf parcheggerà da sola

La nuova Nissan Leaf parcheggerà da sola

La nuova Leaf che debutta tra pochi giorni al Salone di Francoforte segna un ulteriore progresso per la diffusione dell'elettrico di 'massa' che è alla base della visione strategica della Nissan Intelligent Mobility.

La rivoluzione messa in atto dalla nuova generazione della Nissan Leaf è evidente da subito.

Dopo 283mila esemplari venduti dal 2010 ad oggi, Nissan Leaf si rinnova completamente mantenendo inalterate - in pratica - solo la denominazione e il fatto di essere, rispetto ai tempi, all'avanguardia nel segmento della mobilità a impatto zero. Il guidatore attiva la tecnologia in tre semplici mosse, visiona l'area intorno al veicolo e frena se necessario. La "foglia" giapponese ha compiuto a Yokohama il suo debutto ufficiale, presentando tutte quelle che sono le caratteristiche di punta annunciate nelle scorse settimane: dal ProPILOT e ProPILOT Park fino all'E-Pedal e alla maggiore autonomia di percorrenza.

Un sistema che rende, dunque, questo modello sempre più interessante.

L'autonomia di percorrenza della nuova LEAF è stata portata a 378 km (sul New European Driving Cycle) con una singola ricarica: effettuabile in 16 ore o 8 ore a seconda del sistema.

Nissan Intelligent Mobility è la nostra roadmap tecnologica per il futuro della mobilità che ridefinisce il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società, declinandosi in Nissan Intelligent Driving, Nissan Intelligent Power e Nissan Intelligent Integration. Risultato ottenuto anche grazie alle nuove batterie agli ioni di litio, disponibile dal 2018 in diversi formati di potenza (con costi crescenti rispetto alla formula base) per soddisfare le varie esigenze in termini di prestazioni. La prima nasce per garantire un maggiore piacere di guida al conducente, attraverso un'esperienza al volante più facile e sicura (ProPILOT) e una fase di parcheggio gestita dal sistema ProPILOT Park. La terza innovazione, e-Pedal, permette al guidatore di partire, accelerare, decelerare e fermarsi semplicemente regolando la pressione sul pedale dell'acceleratore. Con la nuova vettura arriva anche un interfaccia rinnovata dell app per smartphone, che consente di monitorare lo stato di carica del veicolo, di trovare la stazione di ricarica più vicina e di attivare il pre-riscaldamento e il pre-raffreddamento dell auto per portarla alla temperatura ideale prima di salire a bordo.

Il frontale presenta l'inconfondibile griglia "V motion", che richiama il DNA condiviso con gli altri veicoli Nissan che hanno totalizzato vendite record in tutto il mondo, come Nissan X-Trail e Nissan Qashqai, il più venduto in Europa. Lunga 4,48 metri, stilisticamente la Leaf si ispira alla concept IDS, esposta per la prima volta al Motor Show di Tokyo nel 2015, mentre all'interno l'impostazione rimane abbastanza tradizionale: "le principali funzioni di bordo si controllano da un display TFT a colori da 7", dove vengono visualizzati lo stato di carica della batteria, il livello di energia, le informazioni del navigatore.