Juventus-Torino, Allegri dà le carte: "Barzagli riposa. Su Cuadrado e Higuain…"

Juventus-Torino, Allegri dà le carte:

JUVENTUS-TORINO, ALLEGRI- Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Torino, Massimiliano Allegri ha presentato il big match di domani sera contro i granata.

Arriva in questo momento Massimiliano Allegri: "Mercoledì i tifosi ci sono stati vicini come sempre". Ogni anno che passa vincere è più difficile e le avversarie sono più agguerrite. Per noi il 7° scudetto deve diventre un obiettivo primario perchè non l'ha mai fatto nessuno, a parte il Lione. "Dobbiamo affrontare la stagione con entusiasmo, per fare una grande Champions dobbiamo fare un grande campionato, ci vuole entusiasmo su tutti i fronti".

"Il Torino secondo me ha completato una squadra che l'anno scorso tecnicamente era un'ottima squadra; l'ha completata con giocatori dalle caratteristiche vicine a quelle del Toro, come Rincon, Ansaldi, Niang davanti". Ha una rosa che può ambire ad arrivare nelle prime sei posizioni. Higuain? Lui ha grande e totale fiducia da parte dei compagni, dei tifosi e dell'allenatore.

Higuain? "Capita di non fare gol per qualche partita, si sbloccherà".

INFORTUNATI - "Risentimento muscolare, oggi o domani valuteremo l'entità dell'infortunio. Pjaca ci vuole ancora un po', De Sciglio confermate quattro settimane". Capiterà che resterà fuori, perché devo gestire al meglio le risorse del gruppo.

BARZAGLI - "Domani non gioca. Però, la cosa importante, è che c'è molta competizione dentro la squadra, e così cambiando i giocatori il risultato non cambia". "Posso cambiare qualcosa, ma la squadra resta compatta".

GIOCA SEMPRE BLAISE - "Io ho caratteristiche diverse da Matuidi (ride ndr)". Il francese è un calciatore che ha sempre giocato con tutti gli allenatori, significa che è un giocatore intelligente. E' un giocatore intelligente e questo è importante.

Per Allegri c'è anche spazio per un commento su Belotti: "Un giovane che sta migliorando, non so se vale e spenderei 100 milioni".

DERBY - "Partita speciale per noi, per la città. Poi fare bene anche in Champions e il weekend successivo".

BELOTTI E LJAJIC - "Grandi giocatori, ma abbiamo i difensori per tenerli a bada". Abbiamo messo dei carichi di lavoro importanti, di solito verso metà/fine ottobre iniziamo a correre, per cercare poi a marzo di andare più forte rispetto agli altri. "La condizione atletica adesso non può essere al 100%". "Dopo la sosta magari già avremo una condizione migliore". "Niang ha 23 anni, ha ancora tanto da fare; deve trovare il suo equilibrio". Deve trovare più serenità, è normale che più gioca e più acquisisce sicurezza.

Allegri è poi tornato sulla sfida con la Fiorentina ma ha parlato anche della formazione e di alcuni singoli: "A fine partita ero arrabbiato con Pjanic e Bernardeschi per due palle giocate male in quel momento lì perché bisognava far morire la partita ma mercoledì c'è piaciuto fare gli ultimi minuti da brivido per capire che per portare a casa le partite bisogna passare anche da quello".