Istat: l'economia accelera, si va verso una crescita più forte

Istat: l'economia accelera, si va verso una crescita più forte

Si rafforzano le prospettive di crescita dell'economia italiana.

"In un quadro internazionale caratterizzato dalla crescita dell'economia statunitense e dell'area euro, l'economia italiana accelera sostenuta da una crescita diffusa tra i settori produttivi e dall'aumento dell'occupazione" riferisce l'Istat nella nota mensile sull'andamento dell'economia nel nostro Paese.

In Italia, nel secondo trimestre 2017 il Pil, corretto e destagionalizzato, è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente, facendo segnare la crescita tendenziale più alta degli ultimi sei anni. "A fronte di una marcata crescita degli investimenti e di numeri positivi sul lavoro, i consumi nel secondo trimestre registrano un debole aumento dello 0,2%, con una riduzione dello 0,6% per i beni durevoli - spiega il presidente Carlo Rienzi -". L'aumento della spesa delle famiglie residenti (+0,2%) è stato bilanciato dalla diminuzione di quella delle amministrazioni pubbliche (-0,1%). Nel secondo trimestre, nella manifattura l'indice ha registrato un forte aumento (il 60% dei gruppi risulta in espansione); anche tra i servizi l'indice è risultato superiore al 50%, anche se in diminuzione rispetto al trimestre precedente. Durante il mese di luglio il numero degli occupati è aumentato (+0,3% rispetto a giugno). La risalita ha risentito dei rincari dei beni energetici e del suo impatto sui servizi di trasporto. Tale aumento è stato determinato esclusivamente dalla componente maschile (+0,6%, 86 mila unità in più) mentre l'occupazione femminile si è ridotta dello 0,3% (-28 mila unità). L'indice composito del clima di fiducia delle imprese ha evidenziato un aumento anche se i segnali sono eterogenei tra i diversi settori economici.

Nei comparti delle costruzioni e del commercio al dettaglio, invece, la fiducia degli imprenditori ha subìto un peggioramento. L'indicatore anticipatore mantiene una intonazione positiva segnalando un rafforzamento delle prospettive di crescita.