Inter, Karamoh: ''Sogno la Champions sotto il segno di Eto'o''

Yann Karamoh ha parlato a Inter Channel quest'oggi spiegando così le sue aspettative per la nuova avventura italiana: "Ho avuto varie possibilità e ho cercato di capire quali fossero, ma quando ho saputo dell'Inter mi sono bloccato subito". Ti aspettavi di arrivare subito? Tutto si è svolto molto velocemente e ha preso una grande accelerazione. L'Inter era un mio sogno, spero di usare la maglia dell'Inter per toccare la Champions League. Come sono? Ho un modo di giocare molto semplice: mi piace avere il controllo del pallone, dribblare e imparare, devo essere più rapido.

GIOCATORE PREFERITO DELL'INTER - "Eto'o è un mio punto di riferimento".

Non ha il record degli abbonamenti, che è ancora in mano alla Juventus con 29.200 tessere, ma sull'Inter l'effetto Spalletti si vede anche dalle tessere vendute.

DOVE MIGLIORARE - "Devo migliorare sulla rapidità, mentre per il dribbling credo di aver acquisito tutto". "Per me il ruolo non dev'essere una fissazione, bisogna trovare il ruolo migliore per segnare di più". Gli chiedono poi perché abbia scelto il numero 17: "Perché è un numero che mi è sempre piaciuto". Ovviamente non poteva mancare la domanda su San Siro: "Sarà un'esperienza nuova per me, mi aspetto una sana follia dei tifosi e un'accoglienza straordinaria".

FAMIGLIA - "La carriera di oggi è molto veloce, è stato un piccolo terremoto ma poi siamo stati tutti contenti". - "Mi sono allenato tanto e sì, mi sento pronto ed ho anche molta voglia di poter entrare al 100% in squadra". Gli si chiede inoltre cosa ne pensi Karamoh di mister Spalletti?

DUE VITTORIE IN DUE PARTITE - "Ho visto entrambe le partite, quella con la Roma è stata più complicata. Porterò energie e velocità".