I Tesori sotto i lapilli in mostra a Pompei

I Tesori sotto i lapilli in mostra a Pompei

Arredi, affreschi e gioielli dall'Insula Occidentalis" che fino al 31 maggio 2018 permetterà ai visitatori di scoprire la raffinata bellezza di alcuni dei ricchi arredi e delle pitture parietali di una delle case più note del grandioso complesso delle ville urbane dell'Insula Occidentalis: "la Casa del Bracciale d'Oro. Un'emblematica testimonianza del gusto romano di vivere in fastose ed eleganti dimore raccontata dalla Mostra "TESORI SOTTO I LAPILLI". Questa mattina l'esposizione è stata inaugurata dal Direttore Generale Massimo Osanna, insieme ai curatori responsabili.

L'insula Occidentalis è il quartiere all'estremità occidentale della città antica e si trova su quattro terrazze panoramiche che si protendono verso il mare.

Nell'ambito della mostra, ovviamente, si potrà ammirare anche il bracciale d'oro che dà il nome alla domus.

"Tesori sotto i lapilli". Si tratta di un manufatto di oltre mezzo chilo di peso (610 grammi) indossato da una delle vittime dell'eruzione che cercava di sfuggire al suo nefasto destino e ritrovato perfettamente conservato ancora al polso del malcapitato - o, più presumibilmente, della malcapitata. L'iconografica tipologia con le teste di serpente affrontate con occhi composti da pietre è arricchita da un disco decorato con il busto della dea Luna tra le fauci. La dea è una fanciulla con il capo coronato da una mezzaluna circondata da sette stelle e solleva le braccia per trattenere un velo rigonfio.

Al momento dell'eruzione nel 79 d.C. due adulti e un bambino cercarono riparo nel sottoscala di uno degli ambienti di servizio della lussuosa Casa del Bracciale d'oro. Le vittime che in questo ambiente trovarono la morte, sono anch'essi esposti nella forma dei calchi in gesso ricavati durante gli scavi.