Google cancella i vostri backup Android dopo 60 giorni di inattività

Google cancella i vostri backup Android dopo 60 giorni di inattività

Non è una novità, tuttavia si tratta di un comportamento che non è noto fra gli utenti del sistema del robottino verde.

Stando ad un avviso pubblicato nelle pagine dedicate all'assistenza sul sito di Google, i backup vengono cancellati automaticamente dopo un periodo di inattività dello smartphone di due settimane. Google, attraverso l'applicazione Drive, consente di effettuare un backup del dispositivo mobile e verrà mantenuto solo finché si usa lo smartphone. Molto probabilmente se viene utilizzato il dispositivo in questo lasso di tempo il conto alla rovescia scompare, e il backup non corre più il rischio di essere cancellato.

Una volta cancellato non sarà più possibile ottenerlo o ripristinarne il contenuto in alcun modo, ciò significa che tutte le impostazioni e i dati in esso salvati saranno irrecuperabili. Su Google Drive è possibile controllare lo stato dei vari backup, ma siamo convinti che, se doveste andare a controllare ora, lo trovereste quasi vuoto. Il lavoro di pulizia che compie Google è naturalmente indispensabile e molte altre compagne di servizi in cloud fanno lo stesso. Invece, gli utenti vittime di questa cancellazione non hanno ricevuto nessun avviso da parte di Google.

Non ci resta che sperare l'inserimento di questa feature nella prossima release di Android visto che, anche con il rilascio della versione 8.0 Oreo, i termini e condizioni del servizio sono rimasti invariati e non vi è ancora la possibilità di salvare backup sotto forma di file. Meglio scriversi nel calendario per ricordarsi di mantenere attivo il Drive, pena la cancellazione del servizio senza alcun preavviso.