Fiorentina, Lo Faso: "Ringrazio Zamparini ed il Palermo, mi hanno dato tanto"

Fiorentina, Lo Faso:

Inevitabile, considerando la giovane età del ragazzo, le domande sul proprio futuro e sui propri obiettivi: "Il mio idolo? Da piccolo era giocare in serie A. Sono felicissimo di avere questa opportunità e non vedo l'ora di ripagare la fiducia che la società ha riposto in me". "Se mi sento di ringraziare il Palermo?". Questo è un passo fondamentale per la mia carriera. In questo modulo posso giocare in qualsiasi ruolo, sono a completa disposizione del mister.

Il marchio da predestinato del pallone - "C'è molta aspettativa, ma la pressione nel calcio può essere anche una cosa buona". "Mi trovo bene sia sulla trequarti che sulle fasce". La concorrenza? - continua - Sono pronto, sto bene. Ho sposato il progetto Fiorentina perché siamo tutti giovani, è importante che la società abbia puntato sulla linea verde. Lo Faso non ha dubbi: "Guardo sempre le giocate e i movimenti di Cristiano Ronaldo. I suoi inserimenti, il modo di attaccare lo spazio e di fare gol". È un punto di riferimento. Una partita da non fallire per i viola che, dopo le prime due gare di campionato, contrassegnate da sconfitte, sono ancora a 0 punti, in fondo alla classifica. Il calcio è vita a Firenze, si respira un aria simile a quella che c'è al Sud.

Sulle tante voci di mercato, infine, Lo Faso fa chiarezza così come sulla trattativa che lo ha portato a Firenze: "Ad inizio ritiro c'erano alcune voci sul Monaco e su altre società di serie A". Anche il centro sportivo e lo stadio sono molto belli. Quando il mio procuratore e mio padre mi hanno parlato dell'offerta della Fiorentina, ho detto subito di sì.