Fincantieri-Stx: Le Maire incontrerà Padoan per "trovare compromesso"

Fincantieri-Stx: Le Maire incontrerà Padoan per

"Poichè non si è riusciti a trovare un compromesso abbiamo deciso di nazionalizzare", ha spiegato Le Maire definendo "temporanea" la decisione annunciata a fine luglio per i cantieri navali di Saint Lazaire.

Secondo voci di mercato, da parte francese si troverà una via d'uscita dal braccio di ferro con Roma allargando l'intesa a tutto il business delle navi di superficie (militari e civili), in modo da arrivare alla creazione dell'Airbus del mare, in grado di rivoluzionare il settore così come fatto negli anni Settanta dall'Airbus dei cieli, nato dalla collaborazione tra Francia e Germania. "Questo nuovo compromesso può essere l'inizio di una bella storia".

Gli ricordano il fuoco di fila che il governo italiano ha aperto sui francesi, e in particolare su Vivendi. "Ad agosto e settembre c'è stata una forte reazione alla nostra presenza in Italia", ha ripreso Le Maire, dichiarando che "gli investimenti in Francia sono benvenuti e spero sia lo stesso in Italia".

Che i francesi stiano pensando a una nuova "offerta migliorativa" lo conferma Emma Marcegaglia. A gennaio Fincantieri presentava ai tribunali Coreani l'offerta di acquisizione per il 54,7% di Stx, offerta accettata in quanto considerata la migliore fra quelle pervenute. Ancor di più c'è bisogno di Roma se l'obiettivo politicamente più ampio è quello di far sì che "l'Europa reagisca come un continente unico". Sui cantieri di Saint Nazaire, che Parigi ha nazionalizzato piuttosto che consegnare a Fincantieri, il ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire, offre la pace. "Sto lavorando a un piano di privatizzazioni che verrà reso noto a breve per finanziare l'innovazione", ha aggiunto Le Maire. "Ha detto che stanno mettendo a punto un'offerta che faranno".