Finalmente Cesena: i bianconeri travolgono l'Avellino. E Cacia fa doppietta

Finalmente Cesena: i bianconeri travolgono l'Avellino. E Cacia fa doppietta

Irpini sfortunati soprattutto nel primo tempo.

L'Avellino non riesce a ripetere l'exploit con il Foggia e incassa una netta sconfitta al Manuzzi contro il Cesena. La dura legge del calcio, gol mancato gol subito. Bravo nell'occasione, però, Fulignati a respingere d'istinto con il piede.

LAVERONE 4: Lascia troppo spazio a Cacia sul primo gol, lasciato libero di mandare il pallone in porta indisturbato. Al 22' il Cesena raddoppia, Laribi batte un calcio piazzato sul secondo palo dove Marchizza si lascia sovrastare da Cascione che rimette al centro dove arriva come un treno Sbrissa che trafigge nuovamente Lezzerini. Palla out. Si va al riposo sul risultato parziale di Cesena 2, Avellino 0. Nella ripresa è l'Avellino a partire forte, sfiorando la rete con Ardemagni, ma la conclusione dell'attaccante campano si stampa sul palo. L'Avellino reagisce e al 19' si procura un calcio di rigore, dopo un tocco di mano di Cascione. Corretta la valutazione del collaboratore dell'arbitro, Ardemagni è più avanti di tutti sulla girata di D'Angelo. Dal dischetto Castaldo che non fallisce spiazzando il portiere di casa. Passa qualche secondo e la partita si riaccende: Suagher trattiene Jallow sulla fascia. Doppia ammonizione e rosso per il calciatore ospite. Quarto uomo: De Remigis di Teramo.

Fulignati; Cascione, Rigione, Scognamiglio; Fazzi, Sbrissa (25' st Schiavone), Laribi, Di Noia (32' st Kupisz), Mordini; Jallow, Cacia (30' st Gliozzi). A disp.: Agliardi, Melgrati, Eguelfi, Setola, Moncini, Panico, Maleh, Farabegoli.

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Laverone, Marchizza, Suagher, Falasco; Molina, Di Tacchio, D'Angelo, Bidaoui; Morosini; Ardemagni.

A disp.: Radu, Iuliano, Pecorini, Camarà, Ngawa, Lasik, Asencio, Paghera.

47′- Avellino a spron battuto: cross di Laverone, colpo di testa e palo di Ardemagni; controcross di Molina, D'Angelo si coordina e calcia: Fulignati devia oltre la linea di fondo.