Ferrari: Vettel presenta un nuovo casco anche a Singapore

Ferrari: Vettel presenta un nuovo casco anche a Singapore

A prove del venerdì concluse, affrontiamo subito il "dramma" Ferrari per rassicurare i tifosi - quelli che si stanno già stracciando le vesti avendo guardato la lista dei tempi ma senza aver visto com'è realmente andata la sessione di prove notturna a Marina Bay - che non è il caso di abbattersi.

In ritardo Kimi Raikkonen, che ha chiuso la sessione con il settimo tempo, a 1 " 2 dal primo.

Singapore Grand Prix 14- 17 September 2017
SFOGLIA LA

Se fossimo su un'altra pista potremmo tranquillamente dire che Red Bull si ritroverà a partire in terza fila, ma a Singapore i cavalli contano un po' meno e quindi attenzione alle sorprese e magari a una prima fila inedita per questa stagione. Nei successivi cinque Gran Premi estivi invece ha sempre vinto chi era scattato dalla pole position: a Zeltweg Valtteri Bottas, a Silerstone il padrone di casa Lewis Hamilton, Sebastian Vettel a Budapest e di nuovo Hamilton a Spa Francorchamps e poi a Monza. Attardate le Rosse: nono Kimi Raikkonen (+1 " 983, il finlandese ha lamentato problemi nel portare in temperatura le gomme anteriori), undicesimo Sebastian Vettel (+2 " 252) che nella prima sessione aveva illuso ottenendo il secondo crono, staccato di appena un decimo da Ricciardo. Dove la potenza massima non fa grandi differenze in termini cronometrici, si mette ancora una volta in evidenza la McLaren, con entrambi i piloti: plauso a Stoffel Vandoorne per essere riuscito a sopravanzare Fernando Alonso di 3 decimi, pur considerando che con propulsori così problematici non si può mai sapere quando le cose sono andate perfettamente liscie o no (ma questo valeva anche per il belga in altre occasioni). Ho perso il posteriore nel mio secondo tentativo nel settore centrale, ma nel complesso non posso essere molto contento, perché ci manca qualcosa a livello di bilanciamento e di conseguenza anche di fiducia. Carico di benzina un po' più basso all'apparenza anche per Daniel Ricciardo, che così come l'inglese della Mercedes gira decisamente più veloce ma anche per via di una vettura più leggera rispetto al ferrarista. "L'unica cosa che conta è la gara e solo alla fine vedremo il risultato reale", ha concluso Raikkonen.

Nel valzer degli annunci, c'è tempo per fare chiarezza sul futuro di Carlos Sainz.