Detenuto aggredisce tre agenti della penitenziaria di Santa Maria Capua Vetere

Detenuto aggredisce tre agenti della penitenziaria di Santa Maria Capua Vetere

Sarebbe dovuta essere una semplice ispezione della cella, ma il detenuto ha pensato di aggredire tre agenti della polizia penitenziaria.

È quanto emerso da una denuncia del sindacato OSAP (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) e firmata dal segretario Leo Beneduci.

Gli agenti sono stati aggrediti a pugni e testate ed hanno riportato escoriazioni e ferite al volto e alle braccia. Per farsi portavoce della situazione di disagio in cui versano le carceri, che mette a dura prova il lavoro degli agenti di polizia penitenziaria, una delegazione del SAPPE Sicilia manifesterà a Roma il prossimo 19 settembre, in piazza Montecitorio, davanti alla Camera dei Deputati, nel corso una manifestazione nazionale di protesta. Il rimedio per risolvere le problematiche è particolarmente drastico secondo Capece. A rivelarlo sono stati il vice segretario Uilpa Polizia Penitenziaria Abruzzo, Mauro Nardella, ed il segretario provinciale del Sappe, Giuseppe Pallini. I vertici dell'Amministrazione Penitenziaria hanno smantellato le politiche di sicurezza delle carceri preferendo una vigilanza dinamica e il regime penitenziario aperto, con detenuti fuori dalle celle per almeno 8 ore al giorno con controlli sporadici e occasionali. "Questa è una conseguenza dell'aver disposto la detenzione di soggetti con disturbi mentali insieme agli altri" ha accusato Nardella parlando al Messaggero, aggiungendo: "A tutto ciò si unisce il sovraffollamento delle carceri abruzzesi e la riduzione negli organici di polizia penitenziaria".

Sull'aggressione al poliziotto da parte di un detenuto registriamo la presa di posizione della Federazione dei Verdi Sicilia. Non sono serviti a nulla, se non a dare visibilità a chi evidentemente nulla sa di carcere e detenuti (e men che meno di Polizia Penitenziaria, che infatti non aveva alcun suo appartenente a presiedere uno dei tanti tavoli tematici degli Stati Generali)... Lo dichiara il membro dell'esecutivo regionale della Federazione dei Verdi e Portavoce di Trapani e Isole Egadi. "Episodi come questo - conclude Giangrasso - sono il risultato del fallimento politico ed amministrativo di chi in questi anni ha guidato la macchina delle strutture Penitenziarie".