Da Comune Amatrice 1,6 mln a commissario

Da Comune Amatrice 1,6 mln a commissario

Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi critica il mancato arrivo dei fondi (circa 33 milioni di euro) ricavati dagli sms solidali a favore della ricostruzione delle città colpite dal terremoto.

Il primo cittadino di uno dei comuni più colpiti dal sisma del 24 agosto 2016 lancia un attacco, sostenendo che i fondi raccolti attraverso la generosità degli italiani non sono stati utilizzati per aiutare gli abitanti di Accumoli, Arquata o Pescara del Tronto. Per tutti quei comuni che il 24 agosto hanno subito il dramma.

"Io comunque ho avuto la fortuna", ha aggiunto poi Pirozzi intervistato dal giornalista Franco Bechis, "di avere tanta solidarietà diretta da parte degli italiani". Però con la gestione di quelle donazioni degli sms si sta dando un messaggio profondamente sbagliato. Addirittura - sempre a detta di Pirozzi - quella che lui chiama "una commissione di saggi che tanto saggi non sono" aveva deciso di destinare parte di quei soldi per una pista ciclabile a Civitanova, comune non colpito da sisma. Perché penso che tante persone in quelle giornate e quelle settimane intendevano dare un aiuto diretto a persone e paesi che vedevano devastati. "E questo è devastante perché poi la gente non crede più a nulla". Secondo quanto appreso da Il Fatto Quotidiano, la Procura di Rieti aprirà un fascicolo contro ignoti e avvierà le indagini sulla raccolta e la destinazione dei soldi raccolti con gli sms.