Consiglio regionale, Gentile riconfermato vicepresidente. Graziano segretario-questore

Consiglio regionale, Gentile riconfermato vicepresidente. Graziano segretario-questore

Nicola Irto, del Pd, è stato confermato alla presidenza del Consiglio regionale della Calabria. Ad Irto è stata sufficiente la prima votazione per ottenere la conferma nell'elezione di metà mandato.

Ha ottenuto 24 voti, tre in più di quelli previsti dalla maggioranza qualificata. Le schede bianche sono state in tutto 5.

Durante la votazione per il presidente un voto è andato a Giuseppe Gentile (Ap), uno a Giuseppe Neri (Democratici e progressisti).

Alla sua prima legislatura regionale, è stato confermato Presidente del Consiglio.

Intanto, la conferenza dei presidenti dei gruppi, che si è riunita al termine dei lavori del Consiglio regionale, ha disposto la sconvocazione della seduta in programma domani, precedentemente calendarizzata, anche in considerazione delle contestuali festività mariane che si terranno nella città dello Stretto. Ancora una riconferma per il segretari questori, Giuseppe Neri e Giuseppe Graziano. Il centro destra non ha retto alla prova dell'aula ed esce sconfitto sull'intera linea e spaccato: entrambe le sue candidature, Wanda ferro e Domenico Tallini sono state bocciate.

Secondo la Santelli "c'è un rinnovato connubio tra Renzi e Alfano, che riguarda le elezioni siciliane e le prossime politiche" e in Calabria, questa alleanza, sarebbe rappresentata dall'asse Oliverio-Gentile, "che non si sono fatti scrupolo - ha aggiunto la coordinatrice - di inciuciare tra loro pur di negare ogni doverosa rappresentanza istituzionale a Forza Italia". Gentile (Ncd-Ap) e Ciconte (Pd) rispettivamente 13 e 12 preferenze. "Il Partito democratico ha saputo dare dimostrazione di essere una forza solida e compatta e di rispondere alle proprie prerogative di partito al governo della Regione".