Avvertita scossa di terremoto Epicentro in Agordino al confine

Avvertita scossa di terremoto Epicentro in Agordino al confine

La terra trema nell'Agordino: poco dopo le 14.20, i sismografi hanno registrato tre scosse distinte.

Poi, quattro minuti più tardi, una seconda scossa con epicentro Taibon Agordino (magnitudo 2.6). Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose, come confermato dagli stessi vigili e dalla Protezione Civile, che hanno effettuato gli opportuni sopralluoghi.

In particolare, il Centro di ricerche sismologiche di Udine ha reso noto che oggi alle 14.22, la Rete sismometrica del Veneto ha rilevato un terremoto di magnitudo 3,6 con epicentro localizzato in prossimità di Agordo, a una profondità ipocentrale di circa 8 chilometri.

Alle 14.26 e alle 14.50 sono seguite altre due scosse di magnitutdo inferiore (3.1 e 2.6). Da segnalazioni ricevute, l'evento principale - si sottolinea - "è stato percepito distintamente dalla popolazione nell'Agordino e nella zona di Feltre e Belluno". Non si sarebbe verificato alcun danno alle strutture, ma la paura è stata tanta. Tre scosse di terremoto, rispettivamente di magnitudo 3.6, 2.6 e 3.1, sono state avvertite in provincia di Belluno, al confine tra il Veneto e il Trentino Alto Adige.