Tasse ai terremotati del Reatino, Gentiloni media

Tasse ai terremotati del Reatino, Gentiloni media

"Io - ha ripetuto Gentiloni- non posso certo escludere ci siano difficoltà in questo lavoro enorme". Ho studiato il bando pubblicato dal ministero dello Sviluppo e c'è solo il credito d'imposta. questo non va bene'. E ancora: "Io avevo detto che la zona urbana franca doveva essere appannaggio soltanto dei 55 comuni che hanno una zona rossa (ovvero con case distrutte dal sisma), invece l'hanno allargata a tutti, perché poi la civiltà dei clientes parte dall'Antica Roma.". E a proposito della pubblicazione della circolare in agosto, anch'essa contestata da Pirozzi, Calenda spiega che "è stata motivata dall'urgenza di fornire indicazioni utili alle imprese e non determinerà alcuna lacuna conoscitiva". Io ho telefonato dicendo: non mi prendete in giro, vi faccio la guerra. Ai microfoni del Giornale Radio Rai è il commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani, come riporta l'agenzia Dire, a fare il punto in vista della visita del presidente Paolo Gentiloni oggi pomeriggio ad Arquata del Tronto, rispondendo alle proteste dei sindaci. "Come e' noto - aggiunge Errani - e' cosi' che funzionano tutte le zone franche e io sono convinto che sara' cosi' anche per le zone terremotate".

"Per quello che riguarda la zona franca, il governo ha assicurato che, per i prossimi due anni, entro i 'de minimis' tutte le imprese non pagheranno ne' tasse ne' contributi". L'obiettivo di queste visite è da una parte dare atto al lavoro che si sta facendo da una decina di giorni da parte del genio dell'Esercito per la rimozione della macerie, dall'altro è un'occasione per esprimere solidarietà ai sindaci e alle autorità locali, anche per rendersi conto dei problemi ed esercitare la pressione che è necessaria esercitare. Altrettanto duro il sindaco di Arquata, Aleandro Petrucci, che oggi accoglierà Gentiloni. Quanto alle casette, "ne abbiamo consegnate 26 a Pescara e ora 16 a Piedilama, ma contiamo di arrivare presto a 200". "Gli impegni presi dal governo saranno confermati". "Finché non verranno rimosse, di ricostruzione non si parla".

E' proprio questo che il sindaco Petrucci chiedera' a Gentiloni, fare presto con la rimozione delle macerie: "A un anno dalla prima scossa siamo ancora in fase emergenziale: ancora non abbiamo potuto mettere piede nel capoluogo (il centro storico di Arquata; ndr) perche' ci sono le macerie". A porre l'attenzione sulla questione è il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi: "Sull'esenzione da tasse e contributi ci hanno preso in giro - afferma il primo cittadino in un'intervista al Messaggero-". Una risposta che a Pirozzi non basta: "Il Mise dice che i Comuni del perimetro della zona franca non li ha stabiliti lui, ma il decreto. I morti vengono a commemorarli da noi, un occhio di riguardo in più ci voleva".