Supercoppa, le formazioni ufficiali: 3-5-2 per Inzaghi, Allegri si affida ai senatori

Supercoppa, le formazioni ufficiali: 3-5-2 per Inzaghi, Allegri si affida ai senatori

Il tecnico sembra arrabbiato e analizza lucidamente la prestazione e la condizione dei suoi: "Dispiace perdere, dispiace perdere così - continua il tecnico bianconero - I giocatori fisicamente sono in difficoltà, abbiamo cominciato tardi la preparazione, abbiamo lavorato molto".

Se n'è avuta la conferma a Cardiff, ma anche le gare contro Tottenham prima e Lazio poi, hanno ribadito un concetto assai elementare: quattro calciatori offensivi li puoi sorreggere se sei al top della forma e se tutti si sacrificano correndo avanti e indietro come matti.

"Dovremo fare una partita coraggiosa, abbiamo bisogno del coraggio - ha dichiarato mister Inzaghi - sappiamo che incontriamo la Juventus e che le partite secche possono riservare qualunque risultato".

"Fino a 30' dal termine non abbiamo giocato". Ha giocato meglio e combattuto di più, noi fino a 30′ dalla fine non abbiamo giocato e questo ci deve far riflettere e ci deve riportare con i piedi per terra. "Adesso bisogna ricominciare a vincere". Dovevamo portare la partita ai supplementari, ma la Lazio ha meritato. Dobbiamo rimetterci a lavorare, le vittorie bisogna sempre sudarsele. "Non contenti potevamo subire un altro gol dopo pochi minuti quando Buffon ha parato".

La Juventus ieri ha perso in Supercoppa contro la Lazio, consegnando così il trofeo ai biancocelesti. Nei precedenti tre anni, Allegri ha dimostrato di saper trovare il bandolo della matassa nonostante le cessioni eccellenti di calciatori come Pirlo, Vidal, Pogba, Tevez... "La prestazione sarebbe comunque rimasta negativa". Il dialogo nel fine partita con Agnelli, Marotta e Paratici?