Strage Bologna: Bolognesi, rappresentanti Governo sgraditi

Strage Bologna: Bolognesi, rappresentanti Governo sgraditi

Così si è espresso il presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime della strage di Bologna, il deputato Paolo Bolognesi, a margine della presentazione della 37/a cerimonia di commemorazione della strage della stazione.

"La storia non si archivia, la forza della verità non si può fermare, la giustizia faccia la sua parte". Al centro la figura dell'allora sindaco Zangheri che risponde con fermezza, ponendo pubblicamente domande dure e precise, e promuovendo iniziative per far capire che la città è stata sì gravemente ferita, ma è in grado di reagire. Fu il più grande attentato fascista dal dopoguerra. Quella strage orrenda e vigliacca, nell'agosto del 1980, stroncò anche la giovane vita di un ragazzo brillante, intellettualmente fervido, di grande rigore morale, un talento che avrebbe potuto dare tantissimo, come ebbe a dire, tra gli altri, Umberto Eco che è stato suo professore al Dams e sincero estimatore.

Rai1 apre con "UnoMattina estate", in onda alle 7.10, che propone un collegamento con la stazione del capoluogo emiliano e approfondimenti con ospiti. Nel pomeriggio, alle 15:30, "La vita in diretta estate" dedica un ampio spazio alla ricorrenza. "2 Agosto 1980" e un rappresentante dell'Associazione Familiari delle vittime.

Rai Movie affida il ricordo a un film, in onda alle 16.00: è "L'estate di Martino" di Massimo Natale con la sceneggiatura di Giorgio Fabbri, interpretato da Treat Williams, Luigi Ciardo e Matilde Maggio.

Per Rai Cultura, mercoledì 2 agosto, oltre al documentario sul sindaco Zangheri, Rai Storia ricorda l'anniversario proponendo alle 00.10 e in replica alle 08.30, 11.30, 14.00 e 20.30 "Il giorno e la Storia", che ricostruisce la complessa vicenda giudiziaria seguita alla strage. La giornata si concluderà alle 21.15, in Piazza Maggiore, con la 23ª edizione del "Concorso Internazionale di Composizione 2 Agosto".