Paola Perego vs Rai 1: la vicenda Parliamone Sabato finisce in tribunale

Paola Perego vs Rai 1: la vicenda Parliamone Sabato finisce in tribunale

Con una nuova prospettiva lavorativa assicurata, la conduttrice avrebbe scelto di togliersi il sassolino dalla scarpa rispetto all'emittente pubblica che non aveva esitato a prendere provvedimenti dopo la controversa vicenda delle donne dell'est a Parliamone sabato. La vicenda finisce in tribunale. E' stato Lucio Presta, agente nonchè marito della presentatrice, ad annunciare con un tweet alcune settimane fa che Paola Perego sarebbe tornata su Rai1 nella stagione televisiva 2017/18. Nel secondo caso si tratterrebbe semplicemente della volontà del duo Perego-Presta di vedersi riconosciuto il torto che ritengono di aver subito con la chiusura anticipata di Parliamone Sabato, senza però compromettere i nuovi progetti all'orizzonte. Non c'è scampo. Paola Perego ha deciso di fare causa alla Rai. Lucio Presta sui social aveva detto la sua piccato.

La tv di Stato è ancora una volta nella bufera con i programmi del prossimo palinsesto che vengono chiusi o messi in stand-by; dopo l'uscita di Massimo Giletti dalla Rai per sbarcare con il il suo programma L'Arena su La7, ora è il momento di Paola Perego.

"Paola Perego ne voleva 12, la Rai ne offriva 8. La Rai puntava a un taglio del compenso del 10% come chiedeva l'ultimo piano presentato, mentre Paola Perego, attraverso il suo marito-manager, chiedeva che il nuovo contratto tenesse conto anche del danno derivato dalla chiusura di "Parliamone. sabato": 13 le puntate saltate e dunque il guadagno perso, oltre al danno di immagine, perché nella faccenda Paola Perego sentiva di aver pagato per colpe non sue", si legge sul quotidiano.

Certo è che l'allontanamento della Perego non solo dal programma televisivo "Parliamo Sabato"- dove fu mandato in onda un servizio ritenuto scandaloso e offensivo sulle donne dell'Est - ma anche da qualsiasi altro programma Rai, venne ritenuto da buona parte dell'opinione pubblico alquanto eccessivo.