Meloni stoppa l'alleanza con Alfano: "Corresponsabile del malgoverno della Sicilia"

Meloni stoppa l'alleanza con Alfano:

"E attendo di capire da Silvio Berlusconi quale sia la posizione definitiva di FI, rispetto alle tante che sto leggendo", ha concluso la presidente di Fratelli d'Italia. E con un accordo Fi-Ap da un lato e il resto della coalizione a sostenere Musumeci, il centrodestra non ha chance di poter contendere la vittoria al Movimento Cinque Stelle. I contatti, raccontano, sono tenuti da Lorenzo Guerini, Graziano Delrio, Davide Faraone e Stefano Raciti per il Pd e dallo stesso Angelino Alfano e da Dore Misuraca per Ap. "Stiamo lavorando - risponde il coordinatore Pd - alla costruzione di una coalizione larga sul modello Palermo, che comprenda forze politiche ed espressioni di forze civiche con l'ambizione di offrire una valida proposta di governo per la Sicilia".

Silvio Berlusconi l'altro giorno ha dato a Gianfranco Micciché, salito fin su ad Arcore, il mandato di trattare con Alternativa popolare.

Gabriele Toccafondi di Ap, sottosegretario all'Istruzione, a proposito dell'alleanza in Sicilia fra il partito centrista e il Pd, rispondendo a chi chiedeva se tale alleanza anticipasse lo scenario delle elezioni politiche del 2018 ha detto: "Non abbiamo la peste, questo è un messaggio: non abbiamo la peste né verso il Pd, né verso il centrodestra". La partita quindi non e' ancora chiusa (potrebbe slittare a dopo ferragosto) ma il malessere dentro FI e' un segnale di come il partito stia cercando di uscire da un possibile isolamento. Nel corso della telefonata ho anche ribadito a Berlusconi che per noi l'unico candidato in grado di vincere in SIcilia è Nello Musumeci, persona competente, capace e onesta.

Ma anche Forza Italia, europeista, si trova in analoghi dilemmi che riguardano l'alleanza con la Lega anti europeista e soprattutto l'eventuale ritorno di Alfano dopo aver governato con Renzi. "E mi ha chiesto di fare tutto quel che serve per trovare un'intesa con i nostri alleati". Ma andranno ancora verificati ulteriori passaggi perche' la scelta della figura da contrapporre a Musumeci e al pentastellato Cancelleri non e' stata ancora fatta e sara' lo 'step' decisivo.