Manchester United, Mourinho: "Gol in fuorigioco, servivano supplementari"

Manchester United, Mourinho:

Zinedine Zidane è uno dei pochi, pochissimi, nella storia a vivere tutto questo.

L'ex allenatore dell'Inter e del Real Madrid non si nasconde e dichiara che se mai ci fosse una possibilità proverebbe a portare Gareth Bale al Manchester United.

Eppure in pochi avrebbero scommesso in una carriera da allenatore. Il finale della scorsa stagione non è stato facile per lui. La partita metterà di fronte come di consueto la squadra trionfante in Champions League contro quella in Europa League ed il tecnico dei blancos è consapevole di esser favorita avendo vinto la coppa dalle grandi orecchie: "Arriviamo bene e con voglia di cominciare questa stagione, è la prima partita ufficiale e abbiamo voglia di iniziare". La situazione sta davvero iniziando a diventare insostenibile anche per quello che da anni è ritenuto come il pupillo di Florentino Perez.

Mourinho sa che ci sono innumerevoli difficoltà per immaginare l'addio di un giocatore del valore di Bale dal club più importante del mondo ma l'addio di Neymar che ha lasciato il Barca per accettare la proposta del PSG ha aperto degli spiragli che sembravano utopici. Mou, però, è un'altra cosa e allora piuttosto che stare lì a rimirare l'esultanza altrui si prende la scena avvicinandosi al ragazzo che lo saluta gli spalti della Telekom Arena.

Pancia piena? Neanche per sogno. Vittorie speciali, per il nuovo Special One. A dargli buone sensazioni è soprattutto Cristiano Ronaldo: "Mi ha impressionato".

A decidere l'incontro sono le reti di Casemiro (primo tempo) e di Isco (2-0): a nulla serve il 2-1 momentaneo di Lukaku che sfrutta una ribattuta errata del portiere avversario.