Lippi, ex Juventus: "Bianconeri in pole per lo Scudetto. Ed in Champions…"

Lippi, ex Juventus:

Con il rammarico di non essere diventato direttore tecnico delle nazionali, cosa su cui preferisce glissare spiegando: "Ne avevamo parlato per mesi, io e le persone che stavano riscrivendo le regole sul conflitto d'interessi per chi ha parenti procuratori di calciatori". Si sarà ormai capito che il fair play finanziario è una burla, una barzelletta. Sono convinto che Juve e Barcellona passeranno il turno insieme. La vedo dura invece per la Roma che dovrà giocarsela contro Chelsea e Atletico Madrid.

Sull'addio di Bonucci alla Juventus: "Il campionato è quel romanzo giallo dove alla fine lassassino è sempre il maggiordomo, e credo proprio che la Juventus sarà ancora un maggiordomo perfetto". Stavolta però c'è un Napoli bellissimo, una squadra che gioca a memoria magnificamente, velocissima e tecnica. Da un punto d'osservazione esterno, l'ex ct degli azzurri ha detto la sua sul var, nella seconda giornata di applicazione: "Il calcio non deve esagerare con la tecnologia - ha dichiarato a Repubblica -". Per quanto riguarda la Champions non c'è nessuna maledizione: i bianconeri possono riprovarci e riuscirci. "Mi aspetto la Juve alla finale di Kiev". La proprietà del Milan era più in ombra ma il mercato strepitoso dei rossoneri dovrebbe aver chiarito molti dubbi. "Il campionato ritroverà Milano, il suo pezzo mancante". Poi un commento sulle squadre romane: "Simone Inzaghi è bravissimo, pieno di idee, il suo lavoro mi piace molto". Per la Roma sarà forse più difficile, è cambiata molto ed è senza Totti.