La Russia non accetta una Corea del Nord armata con il nucleare

La Russia non accetta una Corea del Nord armata con il nucleare

Lavrov ha affermato che Mosca è preoccupata dalle dichiarazioni minacciose che si scambiano Usa e Corea del Nord e ha aggiunto che dovrebbero essere gli Usa, essendo la potenza più forte, a fare un passo indietro e a evitare che le tensioni aumentino ulteriormente.

Questo è solo l'ultimo epilogo di una serie di minacce al vetriolo tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti in vista dell'ultimatum di Ferragosto. "Il comportamento isterico e imprudente di Trump potrebbe ridurre gli Usa in cenere ogni momento". Il tweet arriva dopo le minacce di Pyongyang in cui il regime spiegava: "il presidente Trump ci sta portando sull'orlo di una guerra nucleare", come diffuso dall'agenzia nordcoreana Korean Central News Agency -KCNA."Vi spazzeremo via - si legge nel testo diffuso dai media USA - vi cancelleremo dalla faccia della terra". Lavrov però nel contempo ha espresso l'augurio che la situazione possa risolversi diplomaticamente tramite l'accettazione del piano russo-cinese che propone un "congelamento doppio" tra le parti in causa: da un lato Pyongyang rinuncerà a perseguire il riarmo atomico e ad implementare il suo programma missilistico, dall'altro Washington e Seul firmeranno una moratoria sulle esercitazioni militari a larga scala nell'area.

Può quindi non essere un caso la decisione della Russia di rafforzare i sistemi anti-aerei sul versante dell'estremo Oriente del Paese, quello più vicino alla Corea del Nord. Sempre alta la tensione, dunque, la tensione tra i due Stati mentre Pechino rinnova l'invito alla moderazione e chiede alle parti un impegno a smetterla di mostrare i muscoli. "Speriamo che Kim Jong Un trovi un'altra strada". Trump ricorda in seguito che le forze aeree americane hanno volato sulla penisola coreana il 7 agosto richiamando al fatto che i caccia americani a Guam, l'isola nel Pacifico minacciata da Pyongyang in quanto territorio statunitense, sono pronti a combattere.

Anche il Giappone si sta preparando al peggio, schierando e rendendo operativi i propri missili intercettatori.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.