Italia divisa in due, temporali al nord, caldo torrido al centro sud

Italia divisa in due, temporali al nord, caldo torrido al centro sud

Nel corso del weekend l'anticiclone Lucifero permetterà l'arrivo di aria più mite atlantica verso il Nord Italia.

Il Nord Italia invece, come abbiamo evidenziato, sarà raggiunto dagli effetti della perturbazione sulla Francia, ma a differenza della precedente perturbazione questo fronte si presenterà più irregolare, e comunque originerà fenomeni temporaleschi anche di forte intensità. Previste "più nubi con locali piogge lungo le regioni adriatiche", con "temporali notturni su coste abruzzesi, molisane e pugliesi", è quanto annunciano i meteorologi. Dopo un lunedì con tempo in prevalenza soleggiato ovunque, da martedì si affaccerà dall'atlantico una nuova area perturbata, colma di aria fresca.

Quest'oggi l'Italia divisa in due, dal punto di vista meteorologico: forti temporali e bruschi cali di temperatura al nord, mentre persisterà ancora un caldo torrido al centro - sud. Sabato il fronte freddo avrà raggiunto anche l'estremo Sud. I venti saranno moderati occidentali sulle regioni del versate tirrenico; di maestrale sulla Sardegna; deboli variabili sulla altre zone, temporanei rinforzi da nord sulla Lombardia.

Isolati temporali si potranno avere in Toscana, in Umbria e nelle Marche. Al Centro-Sud i valori si mantengono tra i 35 e i 41 gradi. Temperature massime in diminuzione. Al mattino risulteranno anche leggermente inferiori alla media con sensazione di FRESCO sia sulle pianure che nelle località di mare della Liguria. Molto spesso questa tendenza si discosta dalle previsioni del modello del centro-europeo, quindi è possibile che vada in controtendenza rispetto ad articoli presenti nel nostro sito.

Dal pomeriggio fenomeni attesi anche sull'Emilia Romagna, specie nella parte orientale e sull'Appennino emiliano.

Insomma, abbiamo visto un'evoluzione meteorologica che sarà caratterizzata da un cambiamento del tempo, ma non sarà affatto riconducibile a quella che è chiamata rottura dell'estate.