Inter, ecco Vecino: Veron il mio idolo, non vi deluderò

Inter, ecco Vecino: Veron il mio idolo, non vi deluderò

Pioggia di domande e curiosità dei tifosi dell'Inter per il nuovo acquisto Matias Vecino, che ha risposto in diretta sulla pagina Facebook del club e su Inter Channel.

Passioneinter.com ha seguito live le sue parole durante la presentazione social riservatagli. Lui aveva un magnifico piede che gliela faceva mettere dove voleva. I prossimi anni saranno i migliori perché si arriva a un certo punto di esperienza in cui sono cresciuto a livello fisico, tattico. Sa fare tutto sulla trequarti. "Ho seguito la squadra che ha giocato compatta e fatto bene".

RUOLO - "Ho fatto sempre il mediano, ma anche la mezzala. Mi piaceva Veron così come Zidane".

"Una squadra fortissima per ciò che rappresenta e per i suoi giocatori, con Cagliari ed Empoli era sempre dura". Voglio dare il massimo e migliorarmi, la pressione c'è sempre, ovunque vai.

"E' il momento giusto per approdare in una grande squadra".

"Quando ti chiama una squadra così importante non devi pensarci troppo". Non importa la posizione, faccio quello che chiede il mister. Prima giocavo più avanti, un po' trequartista, un po' attaccante, poi ho iniziato a giocare più indietro e in Italia ho trovato la collocazione attuale. Volevo l'8, ma ce lo aveva già Jovetic... "Spero di essere all'altezza per rendere orgogliosi tutti i tifosi". Se continuiamo su questa strada possiamo fare grandi cose. Sono abituato ad uscire con la palla. I compagni mi hanno accolto benissimo, ho socializzato con tutti e in particolare con il capitano Mauro Icardi. Parla la mia lingua, poi da lui ho imparato tanti movimenti, sa stare bene in campo e i adatta a diverse situazioni. Aspetto con ansia il derby. Responsabilità e orgoglio, Spalletti è un bravo allenatore e per qualsiasi giocatore sentire che ti vuole l'allenatore è molto importante. Spalletti mi ha colpito per il modo in cui sa insegnare calcio, per la sua tranquillità e per la capacità di comunicare le proprie idee. "Quando c'è stata la notizia mi allenavo lì, ma ero vicino a vestire questa maglia".

Spalletti ha sottolineato la sua etica del lavoro che può aiutare a crescere lo spogliatoio...