Calciomercato Inter, per Vecino resta la firma: "Giorno speciale"

Calciomercato Inter, per Vecino resta la firma:

Spalletti? Ho già parlato più volte con lui, l'ho visto anche ieri. È una grande persona oltre a essere un grandissimo giocatore. Nel Nacional di Montevideo l'uruguaiano aveva giocato mediano, trequartista e persino prima punta, data la sua stazza imponente. L'allenatore dell'Empoli lo sceglie come mezz'ala titolare col compito di dare fisicità al rombo di centrocampo composto da Valdifiori, Croce e Saponara. Saltuariamente, l'allenatore lo schiera anche fra i trequartisti a sostegno dell'unica punta, dove l'uruguaiano ha potuto sfruttare anche la sua progressione e il suo ottimo tiro dalla distanza. La famiglia Della Valle non si sarebbe mai potuta opporre proprio al trasferimento di Vecino all'Inter perché la società di corso Vittorio Emanuele ha manifestato sin dal primo momento le intenzioni di pagare la clausola rescissoria di 24 milioni di euro per poter usufruire del cartellino del centrocampista classe '91.

Un'operazione di mercato che non è mai stata messa in dubbio. Infine Borja Valero, che avrà un costo di 5,5 milioni e ultimo Padelli, che, arrivato a parametro zero, impatterà sul bilancio solamente per quanto riguarda lo stipendio (per 1,1 milione di euro).

"Per me è un giorno speciale - ha detto Vecino all'uscita dalla sede dell'Inter - Ho voglia di iniziare, di conoscere i compagni e di mettermi a disposizione di Spalletti".

Podolski, che gol all'esordio in Giappone!