Vasco Rossi a Modena Park 2017: sui social tutti contro Bonolis

Vasco Rossi a Modena Park 2017: sui social tutti contro Bonolis

A finire al centro della rivolta nata principalmente sui social è stato il conduttore Paolo Bonolis, commentatore della serata su Rai1. Un sabato sera all'insegna della musica e della spensieratezza più totale. Grande soddisfazione, dunque, anche per Paolo Bonolis, che ha guidato la parte televisiva dell'evento con i suoi (contestati) intermezzi. "Non lo seguiremo integralmente, chi vuole ascoltare tutte le canzoni deve andare al cinema".

Tanti i momenti divertenti e commoventi che il concerto ha regalato ai fan di Vasco, ma uno ha fatto più discutere e sorridere degli altri: il momento Rewind.

Il programma dedicato alla rockstar è stato comunque il più visto della giornata nonostante le critiche piovute sul conduttore per non aver lasciato sufficiente spazio alle canzoni.

In diretta dal Modena Park, Paolo Bonolis conduce La Notte di Vasco: interviste e curiosità fra un collegamento e l'altro dal concerto evento del Blasco. Autore dell'intervista che è andata in onda durante la serata - uno dei "contenuti esclusivi" che in quel contesto non interessavano a nessuno, Bonolis si è servito del libro "La versione di Vasco", uscito nel 2011 e contenente le migliori frasi del rocker.

Quanto ha sborsato Rai a Paolo Bonolis, che ha un lucroso contrattone con Mediaset, per la mediocre conduzione, con pessimi testi, e un'orrenda camicia, dell'atteso e affollatissimo concertone, a Modena, di Vasco Rossi, 65 anni?

La notte di Vasco, in diretta da Modena, ha registrato un netto di 5.633.000 telespettatori, share 36,14%. Un evento da record, un concerto con il quale Vasco Rossi e i suoi fans scriveranno e faranno la storia. Lo show è filato liscio senza i temuti problemi di ordine pubblico della vigilia, soddisfacendo in tutto e per tutto i tantissimi fan che hanno preso d'assalto la cittadina nel cuore dell'Emilia-Romagna. "Voglio trovare un senso a questa conduzione, perché questa conduzione un senso non ce l'ha.", ha ironizzato Giuseppe su Twitter. Forse la situazione è sfuggita di mano: un conto è Benigni che spiega Dante, ma Bonolis che spiega Vasco è una formula difficile da comprendere.