Trentino, ordine di cattura per l'orso che ha aggredito un uomo

Trentino, ordine di cattura per l'orso che ha aggredito un uomo

Angelo Metlicovec era con il suo cane sul sentiero che dai laghi di Lamar porta al lago di Terlago, verso il Doss del Ghirlo, quando si è trovato davanti l'orso. Ha chiamato i soccorsi con il cellulare, è intervenuta la Forestale che l'ha condotto in ospedale, dove è stato medicato. Ha riportato diverse contusioni agli arti inferiori e superiori, conseguenza della caduta (secondo 'L'Adige' ha fatto un volo di circa 10 metri), ma le sue condizioni non appaiono gravi. L'unità cinofila dei Forestali si è recata immediatamente sul luogo dell'aggressione per i primi accertamenti. Gli animalisti sono anche preoccupati che vada a finire come con Danzica, la famosa orsa che, nell'estate del 2014 aveva aggredito un cercatore di funghi vicino a Pinzolo. A Ferragosto, in presenza dei propri cuccioli, aggredì un fungaiolo nei boschi di Pinzolo e fu decisa la cattura, ma non sopravvisse alla narcosi, l'11 settembre, con uno strascico di polemiche, manifestazioni e vicende giudiziarie. "È necessario prendere provvedimenti immediati per fare piazza pulita da questa invasione". "Seguiamo con grande rammarico e preoccupazione per la salute della persona coinvolta gli esiti, per fortuna non gravi, di questo nuovo attacco ad un uomo da parte di un orso" ha deto l'assessore, invocando una norma di attuaziione dello Statuto mai approvata dal Governo che permetterebbe di rimuovere "esemplari pericolosi". Tra le decisioni, l'attivazione in zona di una squadra di emergenza con cani.

L'altra Trento a sinistra nel constatare l'assenza di soluzioni valide al problema del dover comunque sostenere un'economia basata sul turismo di montagna in un contesto a forte cambiamento climatico, ritiene doveroso segnalare la pericolosità di quest'ultimo provvedimento e chiedere, per il bene del nostro futuro e della nostra economia di montagna, le dimissioni di Rossi e la fine di un governo provinciale politicamente povero e dannoso ad ampio spettro.

Si torna a parlare di orsi in provincia di Trento dopo che nella tarda serata di sabato un uomo di 69 anni è stato attaccato e lievemente ferito da un plantigrado nella zona di Predera, nei pressi del lago di Terlago.