Tragedia in provincia di Venezia, 38enne torrese uccisa a coltellate dall'ex marito

Dopo l'omicidio l'uomo avrebbe chiamato i carabinieri e confessato tutto.

"L'ho u****a io, venite qui".

Pochi a Musile di Piave ricordano il volto sorridente di Mariarca, ma il sindaco Silvia Susanna ha voluto egualmente lanciare un appello perchè si ponga fine al lungo elenco di donne morte per mano dei loro compagni, negli stessi momenti in cui Ascione in caserma dettava davanti al pm la sua confessione-fiume.

La vittima si chiama Maria Archetta Mennella, 38 anni, originaria di Torre del Greco, dove tutti la chiamavano Mariarca, da qualche mese si era trasferita in un appartamento al secondo piano di uno stabile a Musile di Piave, in via Dante n° 11, cittadina in provincia di Venezia. I militari lo hanno arrestato e sottoposto all'interrogatorio. La donna è stata ferita gravemente ed è morta nonostante il tempestivo intervento del 118. La vittima lavorava come commessa in un negozio d'abbigliamento di un centro commerciale di Noventa mentre l'uomo, residente a Jesolo, è un pizzaiolo. Poi, resosi conto della gravità della situazione, Ascione ha chiamato i carabinieri e ha confessato tutto.

"Se potessi dire qualcosa, lanciare un segnale - ha detto - vorrei dire a queste donne: non accettate la violenza, non ha giustificazioni".