Torna a crescere la disoccupazione: a maggio sale all'11,3% (Istat)

Torna a crescere la disoccupazione: a maggio sale all'11,3% (Istat)

Il tasso di inattività è pari al 34,8%, invariato rispetto ad aprile. L'Istituto di statistica stima 51 mila occupati in meno rispetto al mese scorso e 141 mila in più rispetto a maggio 2016.

Il tasso di occupazione scende al 57,7%. A crescere sono gli occupati ultracinquantenni (+407 mila) a fronte di un calo nelle altre classi di età. Diminuisce il numero di lavoratori indipendenti e dipendenti a tempo indeterminato mentre aumentano i dipendenti a termine. Risultano in aumento da aprile solo gli occupati ultracinquantenni e i dipendenti con contratti a termine. Dopo il forte calo registrato ad aprile, la stima delle persone in cerca di occupazione a maggio cresce dell'1,5% (+44.000).

Aumento riguarda entrambi i generi ed è distribuito equamente per classi ed età ad eccezione di quella che va dai 35 ai 39enni. Anche nell'intera Unione Europea la percentuale dei senza lavoro è rimasta ferma rispetto al mese precedente (7,8%). Questo rimane il tasso più basso registrato nell'UE28 dal dicembre 2008.

Torna a salire il tasso di disoccupazione.

Cresce la disoccupazione sia a livello generale che giovanile. Rispetto ad aprile il numero dei disoccupati e' calato di 22 mila unita' nella Ue e di 5 mila nella zona euro.

Inoltre il peggioramento avviene in controtendenza rispetto all'Eurozona, dove a maggio il tasso di disoccupazione medio è rimasto stabile a 9,3%. La disoccupazione più bassa si registra invece in Germania (3,9%) e a Malta (4,1%). Le maggiori riduzioni sono state registrate in Croazia (dal 13,4% al 10,7%), Spagna (dal 20,2% al 17,7%) e Irlanda (dall'8,4% al 6,4%).

A maggio 2017, nell'UE28 risultavano disoccupati 3,763 milioni di giovani (soggetti di età inferiore ai 25 anni) di cui 2,622 milioni nell'area dell'euro.