Saldi, conto alla rovescia per lo shopping

Saldi, conto alla rovescia per lo shopping

Fra sconti vantaggiosi e offerte dell'ultimo minuto, però, i consumatori dovranno stare attenti a non incappare in possibili "fregature".

CODACONS: "RIVEDERE LEGGI SCONTI" - I saldi sono di fatto già partiti in 1 negozio su 3 in tutta Italia.

E allora proviamo a ricapitolare le principali regole per acquirenti e venditori: regole che, come in ogni stagione degli sconti che si rispetti, è bene tenere a mente. Prima dell'avvio dei saldi verificate il prezzo dei prodotti che volete acquistare e, se possibile, fotografate la cifra con il cellulare.

1 Conservate sempre lo scontrino: non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. Il tempo che avete a disposizioni è di due mesi, non sette o otto giorni. "Si chiamano vendite di fine stagione, la data di partenza dovrebbe quindi non deve essere nei primi giorni dell'estate".

"È oramai evidente a tutti come i saldi di fine stagione siano obsoleti" ha affermato il presidente Codacons, Carlo Rienzi, commentando i saldi come una pratica medievale, boicottata dai consumatori e minata dal commercio online che consente di acquistare tutto l'anno prodotti scontati. Federazione Moda Italia e Confcommercio Reggio Calabria, ricordano cinque principi base da seguire per gli acquisti: cambi, prova dei capi, pagamenti, prodotti in vendita e confrontate i prezzi dei saldi estivi con quelli del periodo precedente per assicurarvi che le promozioni siano reali e riguardino i capi di stagione. Eviterete di mangiarvi le mani. Secondo i dati dell'Osservatorio economico Confesercenti, delle circa 390 mila famiglie padovane, l'80% effettuerà un acquisto in saldo, il 4% non effettuerà acquisti e il restante non ha ancora deciso. Valutate la bonta' dell'articolo guardando l'etichetta che descrive la composizione del capo d'abbigliamento (le fibre naturali ad esempio costano di piu' delle sintetiche). Bisogna inoltre diffidare dei marchi molto simili a quelli più famosi. Un commerciante non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto.

Oppure acquistate merce della quale conoscete gia' il prezzo o la qualita' in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell'acquisto.

7 Negozi e vetrine.

L'accesso alle attività commerciali e il transito pedonale è comunque sempre garantito dai marciapiedi, così come il transito veicolare nelle vie laterali che incrociano Corso Valsesia, inoltre tale tratto è ben servito da ampi parcheggi nelle vicinanze: Piazza Paolotti, Piazza Martiri delle Foibe e Piazza Castello. NEGOZI CON VENDITA NON ASSISTITA Negli esercizi di vendita e nei reparti degli esercizi organizzati con il sistema di vendita del libero servizio (cioè dove il cliente sceglie autonomamente le merci), lo sconto sul prezzo normale di vendita deve essere indicato per tutte le merci esposte al pubblico, anche se si tratta di merci di identico valore.