Roma: Raggi, "in variazione bilancio 500mila euro per telecamere"

Roma: Raggi,

Roma, Virginia Raggi chiede al governo 1,8 miliardi per interventi urgenti e far rinascere la capitale, in particolare le sue numerose periferie che la sindaca ha dichiarato essere in una situazione disastrosa, definendole addirittura far west. "Per noi sono al centro delle politiche, Roma è una città di fatto del tutto periferica", ha esordito la Raggi sottolineando di aver trovato, all'inizio del suo mandato, "un'assenza delle amministrazioni nelle politiche che ha prodotto un abbandono totale di tantissimi luoghi". E in merito a un tema che riguarda molte zone periferiche romane, quello dei campi rom, la Raggi ha rivendicato di essere riuscita a "concretizzare le linee guida europee utilizzando i fondi Ue appositamente stanziati". L'unica soluzione reale, per la prima cittadina, è "il progressivo superamento dei campi".

Ci sono poi i rifiuti e la questione ancora aperta del loro smaltimento, i roghi tossici ed un numero crescente di incendi che stanno mettendo in ginocchio anche la capitale.

La sindaca ha preventivato che solo per la manutenzione stradale servirebbero 50 milioni di euro all'anno, 30 invece sarebbero i milioni che occorrono per bonificare le aree che necessitano di risanamento.

"La legge 56 per Roma capitale non è sufficiente".

"La legge di Roma Capitale non è sufficiente: secondo voi tre milioni di cittadini possono pagare servizi per quattro milioni e mezzo di persone? Noi rispondiamo a queste domande: noi siamo qui per rispondere e pretendiamo che ci ascoltiate", ha concluso. "Allora serve guardarsi negli occhi e dirsi che la legge 56 non basta perché Roma ha esigenze diverse" ha continuato la sindaca.

Soffermandosi su un punto non strettamente legato all'audizione di oggi, la Raggi ha parlato della ricognizione delle locazioni passive che "Roma Capitale sta sopportando per l'utilizzo di spazi di proprietà di terzi": "Stiamo cercando di andare a trovare i nostri immobili all'interno dei quali progressivamente spostare i nostri uffici per abbattere il grandissimo problema delle locazioni passive che pesano molto sui nostri bilanci".