Per Johnny lo Zingaro è fatale un amore lucchese!

Per Johnny lo Zingaro è fatale un amore lucchese!

Tradito dall'amore. Johnny Lo Zingaro è stato tradito dall'amore per una donna.

Insieme alla stessa, che a sua volta stava scontando una pena in detenzione domiciliare per reati contro il patrimonio, si è spostato sul territorio senese, esattamente a Taverna D'Arbia, dove presso l'abitazione della sorella della donna trascorrevano la loro latitanza. L'operazione è stata svolta dagli agenti dello Sco della polizia, delle squadre mobili di Cuneo, Lucca e Siena e dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria.

Mastini era in fuga dal 30 giugno scorso: come tutti i giorni era uscito dal carcere di Fossano con altri tre detenuti, come lui in regime di semilibertà e ammessi al lavoro esterno. La polizia di Stato ha seguito le tracce dell'uomo, sin dall'inizio della sua rocambolesca fuga in taxi a Genova.

Per fare irruzione nell'appartamento gli agenti hanno fatto ricorso a uno stratagemma: si sono sostituiti ai corrieri che dovevano consegnare il nuovo materasso acquistato proprio per 'Johnny' e la compagna. Grazie alle più sofisticate tecnologie, gli uomini della Direzione centrale anticrimine sono riusciti ad individuarlo a Pietrasanta, da dove si è allontanato con la compagna.

Johhny lo Zingaro è stato arrestato in un appartamento di Taverne d'Arbia, in provincia di Siena. Negli anni Ottanta aveva seminato il terrore a Roma, anche se il suo primo omicidio risale a quando aveva solo undici anni.

"Parlo in particolare - conclude il legale - della sentenza di condanna del '77, del Tribunale dei minori, emessa anche se vi era stata una perizia psichiatrica che aveva dichiarato Mastini incapace di intendere e volere". Era stato coinvolto anche nell'inchiesta sulla morte di Pier Paolo Pasolini. Poco dopo la cattura di Mastini, il ministro dell'interno Marco Minniti si è congratulato con il capo della polizia Franco Garbielli.