Palio di Siena, ecco come e quando sarà chiuso l'accesso in Piazza

Palio di Siena, ecco come e quando sarà chiuso l'accesso in Piazza

Lo sconfitto in questa corsa è Trecciolino che nonostante la sua lunga esperienza di cavalli non è riuscito ad imporsi sul riottoso Tornasol, di cui è proprietario, visibilmente stressato.

Per l'edizione di oggi del Palio è scattato un piano di massima sicurezza.

Tornasol è un cavallo bigio di cinque anni che ieri per la prima volta esordiva al Palio di Siena.

Ad un certo punto Trecciolino decide di scendere per cercare di accompagnare il cavallo tra i canapi, ma invano. Grazie all'intervento dei veterinari il cavallo è stato riportato all'Entrone, escludendolo così dalla competizione. Indubbiamente l'assenza della Tartuca e del suo fantino Trecciolino ha pesato nel gioco della mossa.

Il b - come tradizione - è una competizione nella forma di una giostra equestre, un torneo medievale durante il quale si sfidano le contrade della città.

Per far sfogare Tornasol e far fare una "sgambata" anche agli altri cavalli il mossiere ha acconsentito a due "finte" partenze per una breve corsa di un giro. I giudici sono costretti a fermare il Palio. La Tartuca ha deciso di ritirarsi probabilmente anche per garantire la salute del cavallo apparentemente preda di grande nervosismo.

Era già di per sé un Palio storico quello di Provenzano del 2 luglio 2017, il primo corso in una Piazza del Campo a numero chiuso: per ragioni di sicurezza, infatti, non più di 12 mila persone sono state ammesse nella conchiglia senese con tanto di chiusura anticipata degli accessi e divieto per i ragazzi sotto i 12 anni di età. La prepotenza di Scompiglio nello sfruttare la traiettoria esterna fino a conquistarsi la prima posizione ha fatto la differenza, con la forza di resistere agli attacchi dell'Aquila per tutti i tre giri che ha tentato in tutti i modi di togliersi la cuffia essendo la contrada che da più tempo non vince un palio, l'ultima volta nel 1992. Questo l'ordine di ingresso tra i canapi: Pantera, Leocorno, Tartuca, Aquila, Giraffa, Bruco, Torre, Selva, Onda e Civetta di rincorsa.